Hot Best Seller

Per Combatterti

Availability: Ready to download

Nella mia mente sento ancora il riverbero delle frustate. Ogni giorno i segni sulla mia pelle mi ricordano quello che lui mi ha fatto. Ho dovuto lasciarla, o saremmo morti. Credevo sarebbe tornato per portarmi via. Ma non l’ha fatto. Ora devo concentrarmi sul mio scopo. Ora appartengo alla Regina. È arrivato il momento di punire coloro che mi hanno fatto del male. Il momento di a Nella mia mente sento ancora il riverbero delle frustate. Ogni giorno i segni sulla mia pelle mi ricordano quello che lui mi ha fatto. Ho dovuto lasciarla, o saremmo morti. Credevo sarebbe tornato per portarmi via. Ma non l’ha fatto. Ora devo concentrarmi sul mio scopo. Ora appartengo alla Regina. È arrivato il momento di punire coloro che mi hanno fatto del male. Il momento di affrontare il mio primo incarico è arrivato. Non importa se mi ritroverò Nadyia tra i piedi. Ma non sarò mai in grado di uccidere colui che ho amato. Avrò la mia vendetta. Dark Contemporary Romance Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene violente e omicidi. Non adatto a persone suscettibili ai temi trattati. +18

*advertisement

Compare

Nella mia mente sento ancora il riverbero delle frustate. Ogni giorno i segni sulla mia pelle mi ricordano quello che lui mi ha fatto. Ho dovuto lasciarla, o saremmo morti. Credevo sarebbe tornato per portarmi via. Ma non l’ha fatto. Ora devo concentrarmi sul mio scopo. Ora appartengo alla Regina. È arrivato il momento di punire coloro che mi hanno fatto del male. Il momento di a Nella mia mente sento ancora il riverbero delle frustate. Ogni giorno i segni sulla mia pelle mi ricordano quello che lui mi ha fatto. Ho dovuto lasciarla, o saremmo morti. Credevo sarebbe tornato per portarmi via. Ma non l’ha fatto. Ora devo concentrarmi sul mio scopo. Ora appartengo alla Regina. È arrivato il momento di punire coloro che mi hanno fatto del male. Il momento di affrontare il mio primo incarico è arrivato. Non importa se mi ritroverò Nadyia tra i piedi. Ma non sarò mai in grado di uccidere colui che ho amato. Avrò la mia vendetta. Dark Contemporary Romance Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene violente e omicidi. Non adatto a persone suscettibili ai temi trattati. +18

30 review for Per Combatterti

  1. 4 out of 5

    Chiara Cilli

    Amazon ➜ http://amzn.to/2v76hSq Kobo ➜ http://bit.ly/2eMHbSb iBooks ➜ http://apple.co/2v3OhYQ Google Play ➜ http://bit.ly/2vxhbRd

  2. 5 out of 5

    Greta

    “Ancora sangue. Ancora il mio sangue sulle tue mani.” Andrè Andrè Andrè, cosa devo fare con te? Per Combatterti è il seguito di Per Addestrarti, quinto libro della serie Blood Bonds e secondo con protagonista questi due che mi stanno facendo diventare matta. Ma li adoro. Che ci volete fare. La storia riparte da dove eravamo rimasti alla fine di Per Addestrarti, e nonostante questo libro sia molto più corto del suo predecessore, non ha di certo meno contenuti. Anzi, tanto sangue, tanta azione e t “Ancora sangue. Ancora il mio sangue sulle tue mani.” Andrè Andrè Andrè, cosa devo fare con te? Per Combatterti è il seguito di Per Addestrarti, quinto libro della serie Blood Bonds e secondo con protagonista questi due che mi stanno facendo diventare matta. Ma li adoro. Che ci volete fare. La storia riparte da dove eravamo rimasti alla fine di Per Addestrarti, e nonostante questo libro sia molto più corto del suo predecessore, non ha di certo meno contenuti. Anzi, tanto sangue, tanta azione e tante lacrime da parte mia per colpa del biondo. Nadyia è ancora al castello, spera di rivedere Andrè, ma lui come al solito è il pezzo di ghiaccio che ha sempre dimostrato di essere. A Nadyia verrà affidata una missione che le spezzerà il cuore e alla fine, si affileranno i coltelli, diretti verso la battaglia finale. Che tensione, mamma mia. Nei capitoli finali ero super tesa, speravo le cose andassero in un modo diverso per questi due, ma ho speranza. Speranza che forse, con il loro ultimo libro le cose si possano appianare un pochino. Ho tanta paura, credetemi, raramente ce l'ho per dei personaggi, ma Andrè e Nadyia sono i miei preferiti, non gli deve succedere niente di male, ne uscirei distrutta. Di nuovo i complimenti a Chiara - che ringrazio ancora per l'ARC - che è riuscita di nuovo a farmi sentire tante emozioni e stavolta in così poche pagine. Speravo durasse di più, tenevo ben saldo il reader nelle mie mani sperando di non finirlo presto, e invece l'ho divorato in una giornata. Blood Bonds è una serie cruda, che arriva dritta al cervello, voglio nelle mie mani Per Sconfiggerti, subito!

  3. 4 out of 5

    The Reading's Love Blog

    LA RECENSIONE COMPLETA QUI: https://thereadingslove.blogspot.it/2... in quanti hanno aspettato Per Combatterti? Sono certa che siete centinaia e finalmente è arrivato! Emozionante, violento, pieno di sangue e colpi di scena. Chiara Cilli ancora una volta ha saputo prendermi e travolgermi con i suoi personaggi. Nadyia in questo nuovo libro verrà piegata più e più volte, adoro il suo animo 'puro' nonostante tutto ciò che la circonda. Nadyia è il personaggio al quale mi sono affezionata di più, è la LA RECENSIONE COMPLETA QUI: https://thereadingslove.blogspot.it/2... in quanti hanno aspettato Per Combatterti? Sono certa che siete centinaia e finalmente è arrivato! Emozionante, violento, pieno di sangue e colpi di scena. Chiara Cilli ancora una volta ha saputo prendermi e travolgermi con i suoi personaggi. Nadyia in questo nuovo libro verrà piegata più e più volte, adoro il suo animo 'puro' nonostante tutto ciò che la circonda. Nadyia è il personaggio al quale mi sono affezionata di più, è la sua umanità dietro tutto il sangue e la violenza che subisce e che dà a farmela amare così tanto. Per Combatterti svelerà nuove verità e nuovi dubbi. Il linguaggio è come sempre esplicito e non adatto a persone sensibili, per chi ama il genere (e io amo anche l'autrice :P) non ne rimarrà deluso. André, in questo libro, finalmente ci svela un po' dei suoi sentimenti, a volte andando contro a persone più potenti di lui. Il rapporto tra i due ragazzi si è creato nel primo libro e cresce a dismisura nel secondo, come se fosse un'ancora a cui aggrapparsi per non scivolare giù. Il primo libro finisce con Nad frustata da André e sarà un'azione che Nadyia non dimenticherà, nonostante l'amore per il Lamaze. Ritroveremo anche Henri, un uomo distrutto da piccolo, con mille demoni attorno. E' sempre stato un personaggio che mi ha stordita, con il suo dolore e l'oscurità che si porta dentro. Sono curiosa di sapere come riuscirà ad emergere dalle sue acque nere, se mai ce la farà. Come sempre la Cilli non si sofferma su due personaggi, ma fa un quadro completo della vicenda, dalla Regina, che come ho già espresso, al momento odio, ai fratelli Lamaze. Anche in questo libro non ho visto umanità dalla Regina, anzi ha portato i due ragazzi oltre i limiti, spingendoli a fare qualcosa che li porterà a stare male in eterno. E' riuscita ad intrecciare la sua tela intorno a Nadyia ed André e a stringerla mentre loro nemmeno pensavano che potesse sapere. Le scene di sangue non mancano, l'oscurità che si porta dietro fin dal primo libro non è cambiata, nessuna luce all'orizzonte per il momento. La Cilli ci porta in un mondo di desolazione e crudeltà, dove i nostri personaggi per sopravvivere devono fare delle scelte, scelte che li porteranno quasi alla pazzia. CONTINUA SUL NOSTRO BLOG. VENITE A TROVARCI https://thereadingslove.blogspot.it/

  4. 4 out of 5

    Monica Lobetti

    Impeccabile come sempre lo stile dell'autrice...così dettagliato nelle descrizioni, che quello che leggi si materializza nella tua mente, ogni parola, ogni frase crea immagine, sensazioni, odori e colori. Penso che questo 5 capitolo del fratelli Lamaze, rappresenti la svolta, quel passo fatto e dal quale non si può più tornare indietro. Ho trovato il libro troppo breve (o forse l'ho divorato) ma accidenti era anche troppo intenso...un continuo palpitare e prendere fiato...occhi sbarrati e mano sul Impeccabile come sempre lo stile dell'autrice...così dettagliato nelle descrizioni, che quello che leggi si materializza nella tua mente, ogni parola, ogni frase crea immagine, sensazioni, odori e colori. Penso che questo 5 capitolo del fratelli Lamaze, rappresenti la svolta, quel passo fatto e dal quale non si può più tornare indietro. Ho trovato il libro troppo breve (o forse l'ho divorato) ma accidenti era anche troppo intenso...un continuo palpitare e prendere fiato...occhi sbarrati e mano sul cuore...quel cuore che ahimè...sa che il peggio (o meglio..dipende dai punti di vista) deve ancora arrivare... Come sempre, complimenti Chiara!

  5. 5 out of 5

    Frency camminando tra le pagine

    RECENSIONE COMPLETA SUL BLOG http://camminando-tra-le-pagine.blogs... “Buona sofferenza” Queste sono le parole esatte che la regina del Dark Romance, ovvero Chiara Cilli, ha scritto nella mail in cui era allegato il link per scaricare L’Arc del suo ultimo romanzo. Potete immaginare come mi sono sentita dopo averle lette? Ero nel panico! Se da un lato ero smaniosa dalla voglia di immergermi nel mondo oscuro dei Lamaze, dall’altro lato ero terrorizzata. Preoccupata per l’incolumità del mio povero cuo RECENSIONE COMPLETA SUL BLOG http://camminando-tra-le-pagine.blogs... “Buona sofferenza” Queste sono le parole esatte che la regina del Dark Romance, ovvero Chiara Cilli, ha scritto nella mail in cui era allegato il link per scaricare L’Arc del suo ultimo romanzo. Potete immaginare come mi sono sentita dopo averle lette? Ero nel panico! Se da un lato ero smaniosa dalla voglia di immergermi nel mondo oscuro dei Lamaze, dall’altro lato ero terrorizzata. Preoccupata per l’incolumità del mio povero cuore. Avevo il sospetto che questo libro avrebbe fatto male, ma dopo la mail non avevo più alcun dubbio: il mio cuore ne sarebbe uscio ridotto a brandelli sfilacciati e sanguinanti perché ormai lo sappiamo tutti; Chiara Cilli sa usare le parole proprio come il piccolo Andrè sa usare un arma da taglio. Le sue parole sono affilate come coltelli e non lasciano alcuno scampo. Ci deve essere una vena di masochismo in me, perché anche se i suoi libri mi lasciano, ogni volta, distrutta io non ne posso fare a meno ed è bellissimo provare quel genere di emozioni che ti strisciano sotto pelle e ti portano in luoghi oscuri e perversi tirando fuori il mio lato più tenebroso. Sto sudando sette camice per scrivere questa recensione e non solo perché siamo nella bollente presa di Lucifero e nella settimana più calda dell’anno e io ho il climatizzatore rotto, ma perché dopo aver terminato questo libro io sono totalmente senza parole e anche se sono passati un paio di giorni da quando ho terminato il libro, non riesco ancora a trovarle. Probabilmente perché mi sento ancora pienamente immersa nella storia e la tensione accumulata durante la lettura non mi ha ancora abbandonata del tutto. Cercherò, quindi, di andare con ordine e partire dall’inizio per parlarvi di uno dei libri più attesi della seconda metà del 2017. “Per Combatterti” è il quinto capitolo della serie Blood Bonds, e il secondo romanzo che segue le vicende di Nadia Volkov e André Lamaze. La storia riprende all’incirca da dove si era interrotta in per “Per Addestrarti” (click sul titolo per la mia recensione) e ritroviamo i due protagonisti distrutti per il modo in cui si sono lasciati. Ricorderete che André e Nadya sono coinvolti in una tormentata e sanguinosa quanto proibita love story. Li abbiamo visti avvicinarsi, scontrarsi apertamente fino a capitolare l’uno nelle braccia dall’altra. Una storia d’amore tanto intensa quanto vietata che porta solo dolore e sangue. Anche se André non avrebbe mai voluto abbandonarla, ha lasciato una sanguinate e sofferente Nadya alla corte della Regina Neela Sarapova perché nonostante tutto e a Lei che appartiene ed lì che deve stare. Ed è proprio da qui che riprende “Per Combatterti” «Non ho mai voluto farle del male. E invece ho dovuto. Ho dovuto vestire i panni di nostro padre e guardare la sua pelle squarciarsi a ogni frustata. Le mie frustate!» Il mio grido parve far tremare le pareti della palestra come una deflagrazione. Io stavo tremando. «Non hai idea di come mi ha guardato prima che iniziassi. Si fidava di me. Lei si fidava di me», ringhiai, con la sensazione che mi stessero squarciando il cuore. «E io l’ho dovuta abbandonare lì, o l’avrebbe ammazzata come una bestia.» Il rumore della frusta che marchia la pelle. L’odore del sangue che riempie l’aria. E l’assordante rumore di due cuori spezzati. CONTINUA SUL BLOG

  6. 5 out of 5

    CrazyForRomance

    Vieni a leggere la recensione su: CrazyForRomance Per acquistare il libro clicca qui Finalmente si aggiunge un nuovo capitolo alla storia di Nadya ed Andrè, prosegue la loro battaglia uno contro l’altro ma sempre più uniti e legati nel profondo. Andrè è un uomo con cicatrici visibili fuori e profonde all’interno e sarà sempre sul baratro perché nemmeno la vendetta lo quieta. Nadya invece è una giovane donna che soffre perché è stata strappata ai suoi cari, obbligata a combattere e per restare viva Vieni a leggere la recensione su: CrazyForRomance Per acquistare il libro clicca qui Finalmente si aggiunge un nuovo capitolo alla storia di Nadya ed Andrè, prosegue la loro battaglia uno contro l’altro ma sempre più uniti e legati nel profondo. Andrè è un uomo con cicatrici visibili fuori e profonde all’interno e sarà sempre sul baratro perché nemmeno la vendetta lo quieta. Nadya invece è una giovane donna che soffre perché è stata strappata ai suoi cari, obbligata a combattere e per restare viva deve uccidere, diventare una macchina senza cuore, eliminare i sentimenti... diventare Andrè. Peccato che il processo sia complicato, richieda molte punizioni ed altre tante morti; Nadya vuole scappare ogni secondo della sua vita, Andrè vuole tenerla tra le sue braccia anche se odia solo pensarlo. In questo secondo libro ci troviamo una Nadya pazzesca: sempre triste, sempre arrabbiata e molto più combattiva... nulla la ferma, nessuno la spaventa e mette più volte a repentaglio anche la vita del suo amato. Che strano parlare d’amore in questo romanzo... il sentimento più nobile del mondo qui viene lacerato con una lama, lasciato a sanguinare, calpestato, odiato, ma anche baciato e desiderato. Leggere di questi protagonisti è un po' come essere su una giostra, entrambi hanno uno spirito di sopravvivenza fortissimo e tutte e due hanno delle speranze che vengono continuamente infrante. Nadya vive alla corte della cattivissima regina, con altre ragazze killer o spie, e ha come insegnante e guida una donna d’acciaio di nome Ekaterina. Quest’ultima prova in tutti i modi a trasformare la ragazza in un killer spietato e non vedo l’ora di leggere il seguito per vedere se la piccola Nadya si trasformerà nella Dea della vendetta. Le basi ci sono tutte: in questo secondo libro i protagonisti hanno raggiunto il limite, l’hanno superato, hanno perso tanto e sono pronti a intraprendere l’ultima battaglia uno contro l’altro. Nadya e Andrè mi sono entrati nel cuore con la forza di un tornado; di lei amo il suo spirito dolce e delicato da un lato, forte e spietato dall’altro, di lui adoro invece la sua gelosia, i mille rimpianti che porta con sé, l'incapacità di dire “ti amo”, vorrebbe accarezzare la sua donna ma non può. Andrè è il classico bravo ragazzo in un corpo da sanguinario killer, con un passato di abusi alle spalle: un mix devastante. Continua a leggere la recensione su: CrazyForRomance

  7. 4 out of 5

    Carmen Aquino

    4.5 stars Come in un limbo senza cognizione spazio-temporale ho letto questo libro travolta dalle sensazioni senza realizzare cosa realmente stava accadendo. Un soldato pronto per il test finale. Accettare, studiare e portare a termine la missione. Facile no? Sarà facile schierare quella sensazione di potere che prende il sopravvento contro il passato e le persone che riempivano quei giorni? Un ragazzo con una vendetta da mettere in atto. Per sentirsi libero, senza fantasmi, senza timori. Ma funzion 4.5 stars Come in un limbo senza cognizione spazio-temporale ho letto questo libro travolta dalle sensazioni senza realizzare cosa realmente stava accadendo. Un soldato pronto per il test finale. Accettare, studiare e portare a termine la missione. Facile no? Sarà facile schierare quella sensazione di potere che prende il sopravvento contro il passato e le persone che riempivano quei giorni? Un ragazzo con una vendetta da mettere in atto. Per sentirsi libero, senza fantasmi, senza timori. Ma funzionerà? O l'idea della desiderata libertà lo trasformerà nell'abominio tanto detestato? Il libro è un grosso carico emotivo, con grandi decisioni da prendere che non riguardano semplicemente i protagonisti ma anche le persone che loro amano. Non c'è egoismo ma tanto amore anche nei gesti più crudi e feroci. Non ci saranno i sorrisi e sussurri nascosti come ci avverte l'autrice. L'oscurità sovrasta i protagonisti, sprofondando sempre più nell'animo di André e macchiando il cuore puro di Nadyia. Se in Per addestrarti Nadyia era una stella piena di luce e vitalità in questo libro è spenta, con mille dubbi, un cuore a pezzi e un animo da soldato che vuole rispondere ai comandi del suo maggiore. André cerca pace per il suo animo tormentato, l'assenza di Nadyia diventa presenza tanto da aumentare il suo malessere. Come sempre supportato dai fratelli Lamaze intraprenderà la strada per lui più giusta per tornare quello che era prima un tornado dalla chioma rossa lo investisse. Anche se con obiettivi diversi, come due magneti, le strade dei giovani innamorati si incontreranno e scontreranno. Cosa succederà ora che le decisioni sono state prese e le promesse pronunciate?

  8. 4 out of 5

    Jessica (secretlifeofbooklover)

    4.5 stars Io lo ribadisco... PROTEGGIAMO QUELLO SCRICCIOLO DI NADYA.

  9. 5 out of 5

    Valentina

    Questo quinto romanzo è un climax ascendente di intensità, ogni sensazione ed emozione è descritta così vividamente da essere percepita chiaramente, le emozioni infatti giocano un ruolo essenziale. Andrè e Nadyia partono per due missioni differenti, ma che li porta nello stesso luogo, il legame che c'è tra loro due non ha vacillato, ogni loro parola e gesto è infatti pregno di un sentimento forte che si è radicato in profondità, qualcuno tuttavia sarà costretto ad una scelta il cui esito porterà Questo quinto romanzo è un climax ascendente di intensità, ogni sensazione ed emozione è descritta così vividamente da essere percepita chiaramente, le emozioni infatti giocano un ruolo essenziale. Andrè e Nadyia partono per due missioni differenti, ma che li porta nello stesso luogo, il legame che c'è tra loro due non ha vacillato, ogni loro parola e gesto è infatti pregno di un sentimento forte che si è radicato in profondità, qualcuno tuttavia sarà costretto ad una scelta il cui esito porterà ad una svolta inaspettata e ad un sacrificio. Il desiderio di vendetta è l'emozione che apre e chiude questo volume risultando l'ingranaggio determinante nello sviluppo del prossimo libro che si prospetta carico di sofferenza e dolore. Lo stile dell'autrice non si è smentito neanche in questa occasione catturandomi ancora una volta tra le spire delle sue pagine e facendomi amare sempre di più i suoi tenebrosi personaggi veri e coerenti fino all'ultimo. Le descrizioni inoltre sono così realistiche e dettagliate che si ha la percezione di vivere la scena immaginandola distintamente, ci sono poi disseminati diversi elementi che sollevano moltissime curiosità e di cui aspetto risposta nei prossimi libri. Preparatevi ancora una volta ad essere travolte da emozioni violente e totalizzanti da non riuscire a distogliere gli occhi dalla lettura.

  10. 5 out of 5

    Silvana S

    Per Combatterti è il 5° romanzo della serie Blood Bonds e il secondo sugli Andya (Andrè & Nadyia) e c’è una sola parola per definirlo INTENSO . Le emozioni che suscita questo quinto capitolo vanno ben oltre la semplice lettura, ti entrano dentro, le vivi, ti annientano. Sono estremamente pure e forti e senza possibilità di appello, esattamente come quando Andrè decide di “infilzare” qualcosa e lo fa con qualsiasi cosa gli capiti tra le mani… Ed è proprio Andrè quello che ti colpisce e devasta d Per Combatterti è il 5° romanzo della serie Blood Bonds e il secondo sugli Andya (Andrè & Nadyia) e c’è una sola parola per definirlo INTENSO . Le emozioni che suscita questo quinto capitolo vanno ben oltre la semplice lettura, ti entrano dentro, le vivi, ti annientano. Sono estremamente pure e forti e senza possibilità di appello, esattamente come quando Andrè decide di “infilzare” qualcosa e lo fa con qualsiasi cosa gli capiti tra le mani… Ed è proprio Andrè quello che ti colpisce e devasta di più, perché mai come in questo libro sono messe in evidenza entrambi gli aspetti della sua personalità, quella che reclama e protegge la sua Nadyia e quella fredda, assassina, spietata a tratti inquietante, realmente inquietante. La lucidità con cui compie determinate azioni, l’efferatezza con cui raggiunge lo scopo devo ammetterlo non me l’aspettavo a tale livello. E quel rimorso che lo investe nonostante l’assoluta razionalità e consapevolezza con cui compie ogni azione e ogni scelta è quel qualcosa che ti porta ad amarlo ancora di più e a temere cosa succederà nel prossimo (dal punto di vista emotivo quanto meno, per quanto riguarda gli eventi non mi aspetto nulla di meno da Chiara, e voglio di tutto). Nadyia è la guerriera che è sempre stata, indomita nonostante l’inferno che affronta, scelta contro ogni logica, capace di rialzarsi sempre è comunque conservando ciò che era, nemesi e specchio di colui che è la sua vittima e il suo carnefice e il suo amore, del tutto sincero nonostante i contorni della storia. Strappata alla sua vita senza una ragione se non per quello che si potrebbe definire un suo capriccio, non rinnega nulla di ciò che prova e non rinuncia a difendere ciò e chi ama. In questo volume scopriamo di più del suo passato, la ragione per cui è arrivata alla corte dei fratelli Lamaze prima e della Regina poi e Chiara è bravissima a mescolare le carte in modo tale da farti chiedere: e adesso, cosa succederà? E poi ci sono loro Henry che dopo essersi preso la sua vendetta primaria si sta mano a mano riappropriando di se stesso; Armand, il maggiore dei fratelli, colui che apparentemente regge le fila e sta dietro le quinte chissà però cosa nasconderà dietro la “sua porta rossa”; ed infine lei la Regina (che mi sta altamente sulle p… nonostante solitamente io ami o almeno apprezzi i “disturbatori” dell’ordine degli eventi, non ci sarebbe storia senza di loro, ma la Regina proprio non la tollero) che al momento è decisamente in vantaggio. Per quanto riguarda lo stile anche stavolta Chiara non smentisce il suo continuo percorso di crescita, e questo volume è un ulteriore gradino avanti rispetto al precedente.

  11. 4 out of 5

    Angela Alboreo

    Avevamo lasciato Nadyia e André nel peggiore dei modi alla fine di Per Addestrarti. Piegati ad un volere supremo, mentre il loro amore veniva messo a tacere. E' difficile stare qui e non poter fare spoiler perché questo libro risulta essere un anello fondamentale, il pezzo di puzzle definitivo che permetterà alla storia di splendere e decollare verso quella che si preannuncia essere una guerra feroce. Tornare a casa con Nadyia è stato emozionante, vedere i suoi genitori e percepire la sua sofferen Avevamo lasciato Nadyia e André nel peggiore dei modi alla fine di Per Addestrarti. Piegati ad un volere supremo, mentre il loro amore veniva messo a tacere. E' difficile stare qui e non poter fare spoiler perché questo libro risulta essere un anello fondamentale, il pezzo di puzzle definitivo che permetterà alla storia di splendere e decollare verso quella che si preannuncia essere una guerra feroce. Tornare a casa con Nadyia è stato emozionante, vedere i suoi genitori e percepire la sua sofferenza... non so se avrei avuto la sua forza; sicuramente sarei corsa da loro. Ma c'è qualcuno che veglia e copre le spalle alla piccola rossa ed è il suo maestro, colui che la ama e il cui nome è inciso nel suo cuore. Molti sono i dubbi che riguardano ognuno dei protagonisti di questa serie: Armand con le sue mani, André ed Ekaterina con i loro momenti di lotta e connessione, il malessere di Nadyia, il ritorno di Henri, l'assenza del clan Bower nei volumi ma sono fiduciosa del fatto che avremo le nostre risposte nel prossimo libro, Per Sconfiggerti. La penna di Chiara Cilli mira a colpire, a far trattenere il fiato al lettore. Incollata alle pagine, non ho potuto fare a meno di divorarlo e non vedo l'ora di averlo nella mia libreria con tutti i suoi predecessori. In attesa del prossimo volume, consiglio questo libro a chi non sogna il lieto fine, a chi è consapevole che la vita è fatta anche di morte, sangue, dolore e non solo di momenti dolci e di intimità, felicità. A chi è disposto ad affezionarsi a qualcuno, per poi vederlo scivolare via. Un mix di emozioni che solo lei riesce a provocare. Grazie Queen per questi istanti di Paradiso tinto di rosso <3

  12. 4 out of 5

    ★Bookish Girls★

    “Lo odio, lo amo, mi ha fatto del male, voglio il suo bene, mi ha respinta, voglio un suo abbraccio” Sono le parole che girano nella testa di Nadyia in una girandola di emozioni che l’annientano… In questo libro mie care Girls, scopriamo una Nadyia che di combattivo ha ben poco, la cocente delusione nel vedersi consegnare da Andrè alla Regina, è stato per lei un vero colpo al cuore. Umiliata nel corpo e nello spirito dalla persona a cui lei aveva dato tutta se stessa, la ragazza perde quella co “Lo odio, lo amo, mi ha fatto del male, voglio il suo bene, mi ha respinta, voglio un suo abbraccio” Sono le parole che girano nella testa di Nadyia in una girandola di emozioni che l’annientano… In questo libro mie care Girls, scopriamo una Nadyia che di combattivo ha ben poco, la cocente delusione nel vedersi consegnare da Andrè alla Regina, è stato per lei un vero colpo al cuore. Umiliata nel corpo e nello spirito dalla persona a cui lei aveva dato tutta se stessa, la ragazza perde quella combattività che l’ha contraddistinta nel precedente libro….risulta fragile e niente sembra scalfirla, questo sino a quando non le viene chiesto di compiere un’azione come prova finale di fedeltà nei confronti della Regina. Il passato la travolge come un treno in corsa, tornare nella sua città, vedere di nascosto le persone che ama, la sua famiglia, accendono in lei una scintilla che ahimè, viene spenta nel momento in cui Andrè le consiglia prima, e le ordina poi, di attuare l’orrido ordine della Regina,. Lei è irremovibile, non vuole diventare un’assassina, uccidere una persona a lei cara non rientra nei suoi schemi. Inizia così una lotta interiore in Nadyia, una parte di lei vorrebbe obbedire all’ordine di Andrè, ne andrebbe della sua stessa vita, l’altra invece, complici i ricordi del passato, della sua infanzia, rifiuta in maniera categorica l’azione da compiere. Scopriamo una Nadyia più riflessiva, i suoi flashback ci mostrano una ragazza solare, felice, realizzata nella vita e negli affetti…L’odio/amore che prova nei confronti di Andrè sembra intensificarsi man mano che i ricordi affiorano nella sua testa, le cose che ha perduto in nome di una vita fatta di lotta e di sangue. Inizia così ad indossare una maschera, mentire, questa è l’unica cosa da fare per salvare chi invece dovrebbe uccidere. Riuscirà nel suo intento?? E’ in questa parte del libro che rivedremo la combattiva Nadyia, dove la vendetta, in nome di un amore perduto, la renderà dura come una pietra, priva di emozioni se non quella di vendicarsi per ciò che le è stato tolto, perché mie care Girls, sarà proprio questo a darle quella scintilla di vita in un corpo ormai morto… La sua fragilità è qualcosa che non mi aspettavo di vedere in questo punto della storia, sembra vivere in un limbo…l’abbandono di Andrè l’ha segnata profondamente, prende vita solo in quei pochi momenti di intimità, nella speranza che lui possa combattere insieme a lei e vivere una vita insieme. Anche questa volta Chiara Cilli è riuscita a colpirmi al cuore, Andrè, il fratello senza emozioni è in realtà un uomo che sa amare, in maniera contorta e problematica, ma ama Nadyia di un amore profondo… Non vedo l’ora di leggere il continuo della storia, perché ne sono sicurissima, ci sarà un finale da rimanerci secchi!!!! I propositi ci sono tutti, per cui non ci resta che aspettare con santa pazienza la fine dell’anno. Il mio voto per questo libro è: Alla fine del capitolo di Per Addestrarti lasciamo una Nadyia sofferente fisicamente dopo esser stata fustigata ripetutamente da Andrè per il volere della Regina. La speranza di Nadyia è quella che Andrè ritorni da lei per riprendersela, per "stare assieme"......povera illusa...la mente di Andrè non partorisce quest'idea. Lui pensa di poterla dimenticare, questo legame non riesce a spiegarselo, e la parte di impatto che mai mi sarei aspettata è il confronto, le confidenze che Andrè ha con il fratello Henry. Credetemi, se vi aspettate due pacchette sulle spalle di incoraggiamento e parole sussurrate tra i due fratelli...bhè avete sbagliato libro, questi due se ne daranno di santa ragione tra una parola ed un'altra. Non vi svelerò nulla della conversazione ma sappiate solo che .... Wow!! La personalità di Andrè in Per Combatterti si palesa in due versioni contrastanti: la prima è quella dell'assassino, crudele, spietato, lucido in ogni azione e senza rimorsi o ripensamenti. la seconda è quella più emotiva, quella che spera in un futuro, quella che si permette di lasciarsi andare in Nadyia e si preoccupa per la sua vita. La gelosia di Andrè è celata in freddure e azioni "marca territorio", quando si ritrova casualmente Nadyia nella stessa stanza, il livello di intolleranza e insofferenza schizza alla stelle, potrebbe uccidere chi le sta vicino, e in questo caso la ragazza si ritrova sotto il tetto del suo ex fidanzato Mark. Quando i due si ritrovano a compiere missioni differenti, ma nello stesso luogo, l'Andrè freddo fa trasparire a tratti la sua parte emozionale, chiedendo a Nadyia di non ultimare il suo compito perchè non vuole rinunciare a lei, non vuole perderla. Sa che la ragazza rischia di non portare a termine il suo incarico, e se non lo farà la Regina non avrà pietà di lei, la eliminerà senza esitare. Andrè ha una missione da compiere, distruggere i fantasmi del passato è una priorità assoluta e , nonostante l’amore che prova per lei, fa violenza su se stesso affinchè possa portare a termine i suoi piani, poco importa quanto lei possa soffrire. Come sempre la scrittura di Chiara è un marchio che la caratterizza, alcuni episodi sono agghiaccianti, tremendi, e la descrizione della scena finale del libro è talmente vivida e da brivido, che sembrava di essere li su quella sala da ballo a vedere con i propri quello che stava succedendo, (magari nascosto dietro una tenda in apnea per non farsi sgammare da Andrè versione IceMan!) Il ritorno a casa di Andrè dai suoi fratelli è un qualcosa che ti lascia di sasso, ti fa venire un magone che non vi posso spiegare accuratamente per rischio spoiler =( ma che non pensavo potesse succedere. Ma Chiara ha sempre questi colpetti di scena percui nulla è mai per scontato...anzi..quando pensi di averci capito qualcosa...eccolllà che non è così! Questo secondo libro della trilogia sul più piccolo dei fratelli Lamaze prepara quello che sarà per me il libro contenente una delle battaglie più travolgenti e sconvolgenti.

  13. 4 out of 5

    Aria's

    Non ho mai nascosto il fatto che quando iniziai a leggere la serie Blood Bonds, rapita dal personaggio di Henri, provavo un certo astio nei confronti di Andrè. Se Armand, col suo fascino silenzioso aveva attirato la mia attenzione, il piccolo dei Lamaze non era riuscito a suscitare in me nessun interesse. Non sapevo che mi sarei presto ricreduta! Ancora una volta Chiara Cilli è in grado di farmi tornare sui miei passi. Ogni pagina della storia di Andrè e Nadyia è un tassello che si aggiunge all' Non ho mai nascosto il fatto che quando iniziai a leggere la serie Blood Bonds, rapita dal personaggio di Henri, provavo un certo astio nei confronti di Andrè. Se Armand, col suo fascino silenzioso aveva attirato la mia attenzione, il piccolo dei Lamaze non era riuscito a suscitare in me nessun interesse. Non sapevo che mi sarei presto ricreduta! Ancora una volta Chiara Cilli è in grado di farmi tornare sui miei passi. Ogni pagina della storia di Andrè e Nadyia è un tassello che si aggiunge all'avvincente trama che disegna la loro personale storia, così diversa da quella di Henri e Aleksandra. «Anch’io so cosa si prova nell’infliggere ad altri ciò che abbiamo subito.» Fece una pausa, sviando lo sguardo dal mio, l’aria improvvisamente assente. «L’ho fatto ad Aleksandra.» « Volevi farlo!» proruppi prima di rendermene conto. «Volevi annientarla così come hanno fatto con noi. Volevi che fosse come noi. Ma io non ho mai voluto.» Mi si ruppe la voce, tanto stavo urlando. Tanto ero dilaniato dal senso di colpa. «Non ho mai voluto farle del male. E invece ho dovuto. Per Combatterti ci restituisce un personaggio pieno di sfaccettature e contraddizioni, che avevamo solamente intravisto in Per Addestrarti. Dopo averla abbandonato Nadyia tra le mani della Regina, ferita nel corpo e nell'anima, unico modo per salvarle la vita, è deciso a starle lontano e a perseguire la sua vendetta al fianco di un ritrovato Herni. Andrè è un ragazzo in cui albergano due anime, quella del crudele e spietato sicario in cerca di rivalsa per tutte le violenze subite e quella dell'uomo che reclama quello che è suo, Nadyia. Queste due anime si scontrano tra loro dando vita a una dura battaglia in cui una vuole che l'altra soccomba. Andrè non può permettersi di provare certi sentimenti, a rischio non ci sarebbe solo la sua vita, ma anche quella della sua famiglia e della donna che oramai sente essere parte di sè. Per Nadyia è arrivato il momento di affrontare l'ultima terribile prova, prima di diventare una guerriera della Regina. Il compito è dei più crudeli e serve a testare la sua preparazione, a comprendere se davvero è pronta a tagliare definitivamente i ponti con il passato, trasformandosi in una nuova creatura, spietata e assetata di sangue. Per farlo deve però tornare ad essere ancora quella che era in passato, attirare nella sua rete una persona che le è stata molto cara e porre fine alla sua vita. Il destino beffardo la farà rientrare nella vita di Marc, il ragazzo che ha amato quando era una ragazza come tante, con una famiglia perfetta e circondata di affetti. Il suo incarico incrocerà inaspettatamente i piani di Andrè e lo scontro sarà inevitabile. Ero furibondo. Perché lei era dove non doveva essere. Perché mi stava rallentando. Perché rischiava di mandare a monte i miei intenti. Perché, improvvisamente, non riuscivo a pensare a nient’altro che a lei, al suo sapore, al suo odore. A noi. Passione e tormento sono le parole chiave di Per Combatterti, una ridda di sentimenti contrastanti lacerano letteralmente le carni dei protagonisti. Andrè e Nadyia si incontrano e si scontrano e senza scampo, finiscono col ferirsi. Nadyia è distrutta dal rimorso per ciò che dovrebbe fare e stremata dai sentimenti che sente per Andrè, speranze che vengono continuamente rinfocolate e poi disilluse. Il tradimento e il senso di abbandono brucia come una lama infuocata nel petto, ancor più quando si rende conto che l'uomo che ama la porterà alla disfatta, perchè non può fare altro che farle del male, oramai le tenebre e gli incubi del suo passato sono penetrate troppo in profondità. Andrè in questo secondo libro, se è possibile, è ancora più crudele e sanguinario. La sua sete di vendetta è placata solo dallo scorrere di fiumi di sangue, un calore viscoso che gli infonde una forza cruenta, inarrestabile. Eppure Nadyia è in grado di fargli provare sensazioni che cerca di reprimere in ogni modo e una sfrenata gelosia lo invade al solo pensiero che un tempo la sua Nadyia era stata di qualcun altro. La titubanza di lei lo rende furioso. Il dubbio che sia pronta a sacrificare se stessa per qualcuno che non è lui, non gli lascia altra scelta che decidere al posto suo, anche se è ben consapevole che questa decisione la allontanerà rendendoli nemici, dando il via ad una nuova funesta battaglia. Per Combatterti si divora in poche ore, il ritmo è incalzante e le vicende prendono delle pieghe inaspettate che ti costringono a scorrere velocemente le pagine per scoprire dove porterà tutto questo odio, tutto questo amore. Si, avete capito bene, non ci sono solo odio, vendetta e violenza, c'è anche amore, un amore torbido, potente, distruttivo, che cerca di emergere dall'oscurità delle tenebre a lungo sopite e che ora premono per essere liberate. Nadyia ama e odia Andrè, responsabile di tutto il male che ha subito fino ad ora, che crede di liberala e invece la condanna a scendere ancora più in basso, perchè Nadyia lo sente, la sua trasformazione è in atto e diventa più pericolosa giorno dopo giorno, avvicinandosi alla creatura spietata che Andrè e la Regina hanno forgiato col sangue. Un tuffo negli eventi che hanno visto arrivare Nadyia tra le file delle ragazze dei Lamaze, uno scorcio di quella che era la sua esistenza prima di Andrè e un finale che ci lascia in attesa di una battaglia che sicuramente ridurrà noi lettori in poltiglia. Durante la lettura sono emersi alcuni interrogativi, delle curiosità che hanno acceso delle spie nel mio cervello, ma sarei crudele se vi dicessi quali sono. Vi lascio il piacere di immergervi nell'intensità di questo secondo capitolo delle vicende sugli Andyia, lasciatevi trasportare dalle congetture e dal fascino torbido della scrittura di Chiara Cilli, unica, inimitabile, regina del dark romance italiano.

  14. 4 out of 5

    Giorgia Golfetto

    Chiara Cilli la sanguinaria! In questo secondo volume (quinto della.serie completa) dedicato ad Andrè troveremo meno passione, amore e baci e più crudeltà, vendetta e rischio. Nadija e Andrè hanno un fato avverso che li tormenta e non credo lasci loro molto margine d'azione come coppia. Nella sua sete di vendetta il "Coltellaio matto" dovrà scegliere se salvare o salvarsi. O forse crede solo di essere invincibile. Un personaggio fragile ma determinato, mentre la sua "rossa" veste sempre i panni della Chiara Cilli la sanguinaria! In questo secondo volume (quinto della.serie completa) dedicato ad Andrè troveremo meno passione, amore e baci e più crudeltà, vendetta e rischio. Nadija e Andrè hanno un fato avverso che li tormenta e non credo lasci loro molto margine d'azione come coppia. Nella sua sete di vendetta il "Coltellaio matto" dovrà scegliere se salvare o salvarsi. O forse crede solo di essere invincibile. Un personaggio fragile ma determinato, mentre la sua "rossa" veste sempre i panni della spettatrice. Cosa accadrà quindi nell'ultimo capitolo? Morte? Ancora morte? Di certo nessuna redenzione.

  15. 5 out of 5

    Jessica The Ink Spell

    Così intenso in così poche pagine! Chiara ti sei superata e ora ho un terribilissimo presentimento e spero davvero di sbagliarmi! E infine ci siamo. Il momento è giunto. Il quinto volume della serie Blood Bonds è finalmente arrivato e io non ho esitato a vantarmi con amici e parenti della gioia di essere blogger quando ho ricevuto l'ARC in anteprima. Non ho nemmeno aspettato che il download dalla posta fosse completato, che avevo già collegato il Kobo al pc per iniziare a leggere xD Dopo i primi tre Così intenso in così poche pagine! Chiara ti sei superata e ora ho un terribilissimo presentimento e spero davvero di sbagliarmi! E infine ci siamo. Il momento è giunto. Il quinto volume della serie Blood Bonds è finalmente arrivato e io non ho esitato a vantarmi con amici e parenti della gioia di essere blogger quando ho ricevuto l'ARC in anteprima. Non ho nemmeno aspettato che il download dalla posta fosse completato, che avevo già collegato il Kobo al pc per iniziare a leggere xD Dopo i primi tre capitoli con Henri E Aleksandra (qua le tre recensioni) e il quarto con André e Nadiya, aprire Per Combatterti è stato un po' come tornare a casa. Incontrare di nuovo André e Nadiya mi ha fatto battere il cuore nonostante la consapevolezza che i lieto fine sarà un miraggio (in generale, non esplicitamente in questo libro). Amo lo stile di Chiara perché in pochissime pagine riesce a trasmettere molto più di quanto autori editi e pluriacclamati riescano a fare nel doppio dello spazio. Quello che provo per André e Nadiya - soprattutto quando sono insieme - è intenso ad un livello viscerale. Non so se a causa del fatto che so che il lieto fine è impossibile o se dipende dal contesto in cui la loro relazione si sviluppa, ma so che li amo. Il loro modo di comunicare solo con gli sguardi, il modo in cui vivono del loro istinto, il modo in cui devono fare i conti con questi sentimenti per cui non sono preparati e che li destabilizzano al punto di portarli a fare scelte che mettono in discussione quella che è stata la loro vita fino a questo momento. Ovviamente non mancano le scene in cui la famiglia si riprendere il suo ruolo di pilastro fondamentale della serie. Anzi, qua si scava ancora un po' più a fondo. In particolare c'è una scena - un pensiero - di André che mi chiedevo quando sarebbe emerso. In certe condizioni/situazioni è impossibile non portare il minimo rancore e io al suo posto ne porterei molto di più. La storia è veloce, poche pagine rispetto ai romanzi standard, ma tiene incollati dalla prima all'ultima parola e ti fa desiderare di averne ancora, di averne di più, perché dopo tutto il celato romanticismo, dopo tutto l'amore e l'odio, la passione e la violenza di cui questo libro è intriso sei lì che brami di sapere come prosegue. Anche perché il finale, pur non essendo aperto, ti tiene lì col fiato sospeso, in attesa che la falce cali.

  16. 5 out of 5

    Rosaria

    Che dire, di sicuro Per Combatterti è un libro che ti sconvolge e ti travolge come un fiume in piena. Ancora una volta Andrè e Nadyia saranno costretti a rinunciare al loro amore per salvare le loro vite e nonostante siano distanti, per la gran parte del libro, il loro legame li rende più uniti che mai. Ho amato ogni singola pagina di questo libro, mi sono commossa e arrabbiata per ciò che accade. A chi ha amato gli Andyia fin dal primo libro posso solo dire LEGGETELOOOOOOOOOOOOOOO!!!

  17. 4 out of 5

    Patrizia Piras

    Secondo capitolo con protagonisti Andrè e Nadyia, e nonostante conosco il modo di scrivere dell'autrice alla fine rimango a bocca spalancata cercando di capire se è finito il libro andando avanti, perché ti lascia con un vuoto, che solo continuando a leggere riuscirai a colmare. CONSIGLIATO!!!

  18. 5 out of 5

    Pet

    RECENSIONE COMPLETA QUI: https://maoandpetinreadingland.blogsp... ATTENZIONE: libro destabilizzante. Tenere fuori dalla portata dei deboli di cuore. Consumare solo in piccole dosi e accompagnare la lettura con tanta cioccolata e vasche (la vaschetta miei cari non è sufficiente) da 50 metri di gelato al fine di ridurre i sintomi collaterali quali stress postraumatico e nervosismo acuto. Maneggiare con estrema attenzione. Buonasera lettori, finalmente in questo caldo giorno d’Agosto arriva la mia r RECENSIONE COMPLETA QUI: https://maoandpetinreadingland.blogsp... ATTENZIONE: libro destabilizzante. Tenere fuori dalla portata dei deboli di cuore. Consumare solo in piccole dosi e accompagnare la lettura con tanta cioccolata e vasche (la vaschetta miei cari non è sufficiente) da 50 metri di gelato al fine di ridurre i sintomi collaterali quali stress postraumatico e nervosismo acuto. Maneggiare con estrema attenzione. Buonasera lettori, finalmente in questo caldo giorno d’Agosto arriva la mia recensione di “Per combatterti” di Miss DevastamiIlCure Chiara Cilli! Ogni volta che recensisco un suo libro mi sembra di ripetere sempre le stesse cose, mi sento prolissa, logorroica, fangarleggiante e completamente fuori di testa. Perché la Cilli è la Cilli, cazzo. Non ci sono altre parole per descrivere le storie pazzesche che solo la sua mente malvagia è in grado di partorire. “Per Combatterti” è il quinto volume della serie Blood Bonds. Mentre i primi tre volumi son stati interamente dedicati al mio (capito? MIO!) Henri e alla bella Aleksandra, il quarto e il quinto volume ci narrano della storia d’amore e odio, sangue e distruzione, passione e dolore tra il Lamaze dagli occhi di ghiaccio, Andrè, e la rossa Nadya. Nel precedente volume della serie avevamo lasciato Nadya ed Andrè distrutti e con l’anima dilaniata. Nadya è stata consegnata alla Regina, e Andrè, sempre pronto a salvare a qualsiasi costo la sua amata, ha dovuto punirla nel modo più atroce, non solo ferendo Nadya ma annientando le sue emozioni, riducendosi il cuore in poltiglia. Questo nuovo volume pone i nostri due protagonisti di fronte ad un’ulteriore prova. È giunto infatti il momento che Nadya affronti il suo ultimo incarico al fine di poter diventare a tutti gli effetti sicario della Regina. Il suo ultimo compito consiste nell’uccidere una persona importante del suo passato. Solo così la Regina può garantire un taglio netto con le vite precedenti ed assicurarsi la lealtà dei suoi sicari. Per Nadya questo è un compito impossibile. Non può, non vuole portare al termine questa missione. Nanya è pronta ad arrendersi, ad accettare il suo vile e buio futuro, ma Andrè è disposto a tutto pur di tenerla in vita, anche se ciò lo porterà a sacrificare il loro rapporto, anche se dovrà sacrificare sé stesso. Vendetta, odio, distruzione. Amore, passione, tentazione, bisogno primordiale. Per Combatterti è un mix di emozioni. Un vortice di sensazioni. Un intruglio di coincidenze spiacevoli e destini già scritti, che sa emozionare ed accattivare il lettore. La prosa della Cilli è come sempre impeccabile. Ti cattura l’anima, ti incatena alle sue parole. Non provate ad anticipare le sue mosse, mie cari lettori, perché la Cilli saprà stupirvi sempre. Ora che tutte le pedine son state mosse, ora che le basi per la guerra son state gettate, so per certo che la speranza di un happy ending è ormai minima. Ma, in fondo, è per questo che amiamo la nostra Cilli, no?!

  19. 5 out of 5

    Feel The Book

    Recensione a cura di Holly per Feel The Book Per gli amanti del genere Dark Contemporaneo e per i fan di Chiara Cilli, questo libro potrebbe essere paragonato a svariate cose: un bicchiere di acqua ghiacciata in un pomeriggio di caldo torrido, una doccia bollente, dopo una giornata di lavoro fisicamente estenuante, un’abbuffata dopo mesi di dieta ferrea, una pasticca per una persona in cerca di sballo oppure ancora un bicchiere di buon whiskey per un alcolista. Che cosa hanno in comune tutte ques Recensione a cura di Holly per Feel The Book Per gli amanti del genere Dark Contemporaneo e per i fan di Chiara Cilli, questo libro potrebbe essere paragonato a svariate cose: un bicchiere di acqua ghiacciata in un pomeriggio di caldo torrido, una doccia bollente, dopo una giornata di lavoro fisicamente estenuante, un’abbuffata dopo mesi di dieta ferrea, una pasticca per una persona in cerca di sballo oppure ancora un bicchiere di buon whiskey per un alcolista. Che cosa hanno in comune tutte queste cose? Un momento prima ti portano letteralmente in paradiso e quello subito successivo ti catapultano all’inferno. Bene, lettori e lettrici, benvenuti nel mio inferno post Per combatterti. Ho concluso da poco la lettura e come ormai mi accade leggendo i libri dell’autrice in questione, mi ritrovo in un limbo dove la sofferenza la fa da padrona. All’interno del romanzo troviamo frasi sempre più strazianti che culminano in un lacerante epilogo. È passata circa una settimana dalla fine di Per Addestrarti: Nadyia è alle prese con allenamenti sempre più disumani e André vive il suo inferno personale, combatte i suoi demoni. È stato infatti costretto a lasciare la protagonista nelle mani della Regina e non si dà pace. Non però per quello che noi povere illuse speriamo… Sin dal principio vediamo quindi un animo tormentato, frustrato soprattutto perché odia sentirsi così debole, odia passare ciò che il suo fratello, Henri, ha passato e dal quale non riesce a riprendersi. Dopo un breve diverbio tra i due, André capisce ciò di cui suo fratello ha realmente bisogno per tornare a essere ciò che era un tempo, per ritrovare il suo “equilibrio” interiore. Quanto dolore, quanta sofferenza vi è nei Lamaze. La vendetta che bramano per sentirsi finalmente liberi altro non è che la morte della loro anima, lo spegnimento della più piccola emozione, l’alienazione definitiva. Ritroveranno coloro che gli hanno fatto del male da piccoli, e per quanto la situazione sia violenta e feroce, ciò che è scaturito in me non è lo sdegno per tali atti, bensì un dolore al cuore. Questi fratelli non hanno mai conosciuto una carezza, una gentilezza, un po’ come i cani che vengono addestrati per le lotte clandestine. Questi poveri animali non sono malvagi, sono portati a esserlo: subiscono i maltrattamenti più disumani sino a quando non diventano spettri di carne votati alla distruzione totale. E perché accade ciò? Perché se ingabbi un animale, se lo annienti, questo cessa di essere ciò che è e diventa un mostro. È colpa sua? No. È giustificato? No. È semplicemente ciò che è stato costretto a divenire. Mentre leggevo il magone era pronto a fuoriuscire senza ritegno e diventare un pianto dirotto, ma mi sono trattenuta e sono andata avanti. Spostiamo dunque l’attenzione su Nadyia. Peggio che andar di notte! Ekaterina, il braccio destro della Regina Neela, continua ad addestrare le ragazze per trasformarle in mercenarie senza umanità e comunica loro l’ultima prova da affrontare prima di diventare a tutti gli effetti le assassine di quella PAROLACCIA, di colei che siede sul trono: uccidere un loro caro. Non c’è stato un solo paragrafo di tregua in questo capitolo della Blood Bonds, uno solo! Vi giuro, un vero supplizio. L’alternanza dei Pov contribuisce poi a rendere il tutto un martirio. André che soffre da una parte, Nadyia che soffre dall’altra, Henri che organizza il Tour della Morte, Armand che dice pochissime frasi nel libro, ma di grande rilevanza; a lui è dedicato un solo capitolo, ed è bastato per far insinuare nel lettore un dubbio atroce. Torniamo alla nostra rossa preferita! Chi deve assassinare? Il suo migliore amico, nonché primo grande amore (e Chiara, allora sei anche tu un po’ come Regina!!!), Marc. Che cosa c’è di puro e immacolato del primo vero amore? Quanto questo può sopravvivere e perdonare? Non voglio farvi un riassunto del libro, ma per chi parteggiare a questo punto? Per l’amore puro di Marc, che nonostante gli anni di lontananza continua a essere forte come il primo giorno, oppure per l’amore di André, così vero, così disperato, così folle e così fatale? Nadyia si ritroverà a fare i conti con i propri demoni, con la propria coscienza: uccidere Marc e abbandonarsi all’oblio eterno, con la speranza però che un giorno il suo André possa venire a riprenderla, oppure salvare il suo primo amore e autocondannarsi a morte certa? OT: la storia è completamente diversa, ma sono tornata indietro di qualche anno, sono tornata con la memoria alla MSA, sempre di Chiara, al bivio di fronte al quale si trova Cris dovendo scegliere tra Matt e Stefano. Se avete amato la MSA, amerete alla follia anche questo libro e spero per voi che riusciate a riprendervi. Io, dopo 24 ore dalla fine della lettura, sono ancora “scossa”. Può un animo come André restare immobile di fronte a una situazione del genere? Sarebbe nelle sue intenzioni, ma la Cilli ci ha messo lo zampino. Il destino dunque lo rimetterà sulla strada di Nadyia e se fino a qui abbiamo sofferto, da questo punto in avanti partono proprio le torture. Quanto, dunque, l’amore può bastare a se stesso? Dove finisce il confine tra l’amore per colui a cui appartiene il nostro cuore, seppure il più potente, e il bisogno di restare coerenti con la propria anima? Qualunque scelta faccia Nadyia, lei morirà: internamente o letteralmente, e tra le due opzioni la seconda, personalmente, mi fa molta meno paura. L’autrice poi mi fa sempre fare un cammino interiore, mi costringe a pormi domande, ad analizzare atteggiamenti, che per paura non voglio affrontare. Sono mai stata rapita? Ovvio che no. Mi è mai capitato di scegliere fra l’amore disperato che mi porta a logorare ogni sentimento che ho e l’amore “comodo”, ricambiato, e rassicurante? Purtroppo sì. E ogni volta che la decisione viene presa, una parte del mio cuore diventa oscura, perché qualunque sia la scelta, ho fatto del male: a me o agli altri. Quando viene a conoscenza della volontà di Nadyia di non seguire gli ordini, André ormai inizia a essere consapevole di ciò che prova per la sua Rossa e non può accettare che gli venga portata via. La differenza sostanziale tra i due capitoli dedicati agli Andyia è una: la consapevolezza da parte di entrambi di appartenersi. Andrè utilizza spesso l’aggettivo possessivo MIA, più il tempo passa e più comprende che Nadyia è inesorabilmente sua. Le circostanze giocano a loro sfavore, anzi presagiscono una catastrofe (spero vivamente di sbagliarmi), ma nonostante questo entrambi sanno di essere “condannati e dannati” dall’amore che provano verso l’altro. Se i sentimenti di André quindi sembrano essere più maturi, quelli di Nadyia sono i medesimi: la forza di questa donna è proprio la sua testardaggine, sfiderà tutti e tutto, anche se stessa, per preservare ciò che rimane del suo amore per lui. Ma come dicevo poco fa, ho il dubbio, o meglio, l’autrice mi ha fatto sorgere il dubbio, che l’amore non sempre basti, purtroppo o per fortuna, ci sono moltissimi altri fattori da tenere in considerazione… Dopo avervi lungamente annoiato posso solo aggiungere una cosa: il finale è composto da due parti, uno dal punto di vista di André e uno da quello di Nadyia. Se per tutto il libro crederete di soffrire e di essere state torturate, vi accorgerete che avete preso una cantonata. Il vero dolore inizia con le ultime parole di entrambi! Concludo con una piccola parte dei ringraziamenti che ha fatto l’autrice, la quale rappresenta alla perfezione i suoi sostenitori: #BeBad #BeDark #BeYourself Editing recensione a cura di Ash per Feel The Book

  20. 5 out of 5

    Romance and Fantasy for Cosmopolitan Girls

    Romance and Fantasy for Cosmopolitan Girls Ciao Cosmo, finalmente torno a parlarvi della coppia che più mi ha fatto battere il cuore quest'anno, sto parlando degli Andyia! Per Combatterti è il secondo volume della trilogia a loro dedicata e questa volta Chiara Cilli ci ha dato dentro. Ma basta con le chiacchiere vi lascio alla recensione. P.S. La recensione potrebbe contenere SPOILER legati al libro precedente. Prima di iniziare questo libro sapevo che non sarebbe stata una lettura facile, ma non fin Romance and Fantasy for Cosmopolitan Girls Ciao Cosmo, finalmente torno a parlarvi della coppia che più mi ha fatto battere il cuore quest'anno, sto parlando degli Andyia! Per Combatterti è il secondo volume della trilogia a loro dedicata e questa volta Chiara Cilli ci ha dato dentro. Ma basta con le chiacchiere vi lascio alla recensione. P.S. La recensione potrebbe contenere SPOILER legati al libro precedente. Prima di iniziare questo libro sapevo che non sarebbe stata una lettura facile, ma non fino a questo punto. Se in "Per Addestrarti" abbiamo vissuto l'inizio della storia d'amore tra Andrè e Nadyia qui, invece, ci ritroveremo ad assistere alla loro distruzione. Una distruzione emotiva che li porterà ad un punto di non ritorno. Quindi dimenticate dolcezza e spensieratezza perchè le uniche cose che troverete in queste pagine sono odio, rabbia, vendetta e sangue. Tanto sangue. Sette giorni sono passati da quando Andrè ha dovuto piegarsi al volere di Neela, distruggendo, per quanto possibile, quel legame che si era venuto a creare con Nadyia. Giorni in cui entrambi, seppur lontani, non hanno smesso di pensare a quel che è successo ma soprattutto alle conseguenze che tutto questo, inevitabilmente, porterà. Con ancora le cicatrici addosso e il cuore spezzato Nadyia è chiamata a compiere una nuova missione per conto della Regina. Una missione che la porterà a rivivere i momenti felici della sua vita passata, momenti che con tutta se stessa aveva cercato di chiudere in un cassetto, per evitare che la nostalgia la rendesse debole e vulnerabile. "Ero fuori. Ero Černivci, in Ucraina. Ero a casa mia. Ero sola. Ma non ero libera." Ma Nadyia sa già che questo incarico non sarà facile da portare a termine. Lo sa lei, lo sa la Regina e lo sa anche lui, Andrè. Nel momento esatto in cui Andrè viene a conoscenza di ciò che Nadyia è chiamata a fare, qualcosa scatta in lui come un avvertimento. Sa già che Nadyia non sarà in grado di portare a termine la sua missione, sa già che si ritroverà ad un passo dal perderla, di nuovo. Ma questa volta non sarà solo la lontananza, sarà la morte, e lui non è pronto per questo. Ecco perchè in tutti i modi, cercherà di convincerla a fare ciò che è giusto, mettendo in gioco i loro sentimenti, i suoi sentimenti. Mettendo in gioco la sua stessa vita. "Nadyia non sarebbe morta. Né per me, né per nessun altro. Era mia, e l’avrei protetta a qualsiasi costo." Andrè metterà a nudo tutte le sue emozioni e questo lo porterà a perdere il controllo. Più volte si ritroverà a dover fare i conti con il suo passato, a rivivere le torture che ha subito e questa volta non sarà più un bambino di otto anni ma sarà lui stesso il carnefice, finalmente riuscirà a prendere la vendetta che da tempo stava aspettando. "Non avevo compassione. Non avevo remore. Non ero umano. Ero pura rabbia. Ero vendetta." Questo però non porterà sollievo ma solo odio verso se stesso, facendo ciò che era giusto ha distrutto l'unica cosa giusta della sua vita: Nadyia. Anche questa volta Chiara ci regala mille emozioni e colpi di scena! A differenza di Per Addestrati, che introduceva la coppia degli Andyia, questo è un libro di passaggio e se è possibile riesce ad accrescere il loro legame, rendendolo più mentale che fisico. La sintonia tra Andrè e Nadyia è davvero cresciuta, basta uno sguardo tra di loro e tutto diventa chiaro. Andrè ormai con Nadyia ha abbattuto tutti i suoi muri, rendendosi vulnerabile e mostrandole la sua vera anima, più fragile di quanto si possa pensare. Apprezzo il personaggio di Andrè da sempre ma, in questo libro, Chiara è riuscita a far emergere tutto di lui, il bene e il male, la luce e l'oscurità. Si, perchè Andrè ha questa capacità, basta un attimo e si lascia trasportare nell'inferno che ha dentro, annullandosi completamente e trascinando con sé chiunque gli stia attorno. Per Nadyia tutto questo è ancora un incognita, nonostante sia l'unica a parte Henri, a essersi avvicinata ad Andrè, ci sono ancora molte cose che non sa e che non riesce a spiegarsi. In questo libro NAdyia butta fuori tutta la forza che ha dentro riuscendo ad affrontare situazioni davvero difficili, si a livello fisico che mentale. Altro che scricciola! Anche questa volta il rapporto tra Henri e Andrè viene visto sotto una nuovas luce, rendendolo ancora più profondo e vero, sono due fratelli che farebbero di tutto pur di proteggersi a vicenda. Per ultima quella che non finisce mai di stupirmi è lei, Neela. OH MIO DIO non so se odiarla o amarla, è sempre così cinica e potente in tutto quello che fa. Ogni sua mossa non è prevedibile, l'unica cosa che prevedo sarà una T R A G E D I A! Potrei continuare a parlarvi di come Chiara sia bravissima, di come il suo stile sia scorrevole e d'impatto, di come riesca a farvi provare tutte le emozioni dei suoi personaggi sulla vostra pelle ma non sarebbe mai abbastanza per descrivere i suoi lavori. Vi posso solo consigliare di lasciarvi sedurre dall'oscurità che avvolge ogni sua storia! Buona lettura ;) P.S. IL MIO CUORE BATTE SOLO PER ANDRE' ❤

  21. 4 out of 5

    ERICA

    Ho iniziato il libro e senza accorgermene ero già alla fine, rapita dalla storia di Andrè e Nadja che mi ha coinvolto e sconvolto! Questo secondo volume a loro dedicato è breve ma intenso e se pensavo che la loro storia fosse meno tormentata di quella tra Henri ed Alexandra, mi sono sbagliata alla grande. E' una storia d'amore impossibile e qui ne seguiamo la sua veloce distruzione: i protagonisti sono sottoposti ad una violenza soprattutto psicologica e costretti a fare delle scelte difficili c Ho iniziato il libro e senza accorgermene ero già alla fine, rapita dalla storia di Andrè e Nadja che mi ha coinvolto e sconvolto! Questo secondo volume a loro dedicato è breve ma intenso e se pensavo che la loro storia fosse meno tormentata di quella tra Henri ed Alexandra, mi sono sbagliata alla grande. E' una storia d'amore impossibile e qui ne seguiamo la sua veloce distruzione: i protagonisti sono sottoposti ad una violenza soprattutto psicologica e costretti a fare delle scelte difficili che li portano inevitabilmente ad allontanarsi e ad odiarsi. Vendetta, rabbia, risentimento sono i sentimenti predominanti. I colpi di scena sono continui ed angoscianti, lo stile scorrevole e veloce: dall'inizio alla fine si rimane in uno stato di continua tensione. Non vedo l'ora di poter leggere il seguito!

  22. 5 out of 5

    Anna Perillo

    RECENSIONE COMPLETA: https://loveisinthebooks94.wordpress.... Nonostante questo libro abbia un tono molto più forte del precedente, l’ho sentito molto più vicino a me. Più mio, più crudo ed è quello che volevo. In questo periodo cerco sangue e oscurità nei romanzi e qui ho trovato tutto, TUTTO quello che cercavo da una lettura dark. <3

  23. 5 out of 5

    Emanuela Piceni

    Da dove posso iniziare?Beh non posso parlarvi troppo della storia perchè rischio di rovinarvi la lettura spoilerando, quindi mi cucio le labbra e cercherò di girarci un pò intorno!!...Sia chiaro non vi prometto niente...😜😅 Ogni volta che finisco un libro di questa saga, rimango a bocca asciutta con la sensazione di abbandono che mi assale. Si è proprio questa la sensazione che mi lascia ogni capitolo, la voglia assurda di ritornare all'inizio solo per ributtarmi nella storia di questi tre fratell Da dove posso iniziare?Beh non posso parlarvi troppo della storia perchè rischio di rovinarvi la lettura spoilerando, quindi mi cucio le labbra e cercherò di girarci un pò intorno!!...Sia chiaro non vi prometto niente...😜😅 Ogni volta che finisco un libro di questa saga, rimango a bocca asciutta con la sensazione di abbandono che mi assale. Si è proprio questa la sensazione che mi lascia ogni capitolo, la voglia assurda di ritornare all'inizio solo per ributtarmi nella storia di questi tre fratelli, una storia per molti atroce, illeggibile per la crudeltà e l'efferratezza, ma non per me....che vi devo dire sarò "malata" "strana", non mi interessa poi molto, sò solo che Chiara con il suo modo di scrivere,mi rapisce, per qualche manciata d'ore mi isola dalla realtà per farmi vivere da spettatrice la sua storia. In "Per Addestrarti" ci faceva conoscere il lato quasi umano di Andrè, venuto fuori grazie alla combattiva Nadyia. Ci aveva lasciato con la speranza di qualcosa di buono all'orizzonte.... "......VOLEVO CROLLARE TRA LE BRACCIA DI COLUI CHE AVEVA DATO ORIGINE ALLA MIA PENA...." In questo nuovo capitolo, la scrittrice ci porta a scoprire un pò di più del passato di Nadyia, regalandoci altri tasselli e rendendo sempre più chiara la storia. Questa scrittrice possiede un dono pazzesco, che si chiama Suspance, che io posso tranquillamente tradurre nella mia lingua in "Ansia",(in senso buono naturalmente), si avete capito bene dall'inizio fino alla fine , tu lettore non sai mai cosa ti aspetta nella pagina successiva, è un continuo susseguirsi di previsioni che tu durante la lettura ti fai e che immancabilmente l'autrice smonta con ogni cambio di pagina. La trama non è mai scontata anzi sempre imprevedibile e intensa. I personaggi tutti nessuno escluso sono parte integrante dell'intera vicenda, il loro lato psicologico e introspettivo è descritto così bene che insieme alle descrizioni degli ambienti sempre precise e dettagliate, trasforma le parole in immagini, trasportandoti come all'interno di un film rendendoti spettatore. "....<>" Ma siete ancora qui?? forza correte a leggere .....

  24. 5 out of 5

    Antonietta Mirra

    Per combatterti è il secondo romanzo della serie dedicata alla coppia Andrè e Nadyia, che non mi ha fatto sinceramente tribolare come la coppia precedente ma credo che l’autrice lo sappia, sappia cosa è riuscita a creare con la prima trilogia di romanzi che a mio parere è insuperabile. Proprio a questo proposito considero Chiara Cilli la più talentuosa da questo punto di vista, non me ne vogliano le altre. È sicuramente la più coraggiosa e la più originale, vi pare poco? Non lo è per niente, ecco Per combatterti è il secondo romanzo della serie dedicata alla coppia Andrè e Nadyia, che non mi ha fatto sinceramente tribolare come la coppia precedente ma credo che l’autrice lo sappia, sappia cosa è riuscita a creare con la prima trilogia di romanzi che a mio parere è insuperabile. Proprio a questo proposito considero Chiara Cilli la più talentuosa da questo punto di vista, non me ne vogliano le altre. È sicuramente la più coraggiosa e la più originale, vi pare poco? Non lo è per niente, ecco perché nonostante tutto, le perdono ovviamente il non essere riuscita ad essere pienamente coinvolta da questo scenario che pur essendo comunque conturbante, non è stato capace di scalfirmi. L’interesse per Andrè, che all’inizio mi incuriosiva non poco, è andato lentamente a scemare pur mantenendo quel fascino sinistro ed oscuro che comunque me lo fanno apprezzare come protagonista. Nadyia è una ragazza ribelle ed eccezionalmente forte, come tutte le eroine scritte dalla Cilli. Come si possono non apprezzare? Come avevo potuto dimenticarlo? Come avevo potuto scordarmi di noi? È ovvio che io, prima di tutto, amo la sua scrittura. La trovo inquietante, perversa, perfettamente incastrata in una storia che non ti lascia mai la possibilità di annoiarsi. C’è sempre suspense e quel brivido cattivo che ti percorre la schiena e che non ti lascia andare. I due protagonisti per forze maggiori, sono costretti a combattersi e a stare lontani. Ah, quanto ardore e quanta attrazione tra loro che le parole riescono magicamente a descrivere mentre fanno palpitare il cuore. (...) CONTINUA A LEGGERE SUL BLOG L'AMICA DEI LIBRI DI ANTONIETTA MIRRA https://amicadeilibri.blogspot.it/201...

  25. 5 out of 5

    Jennifer la Torre

    La storia degli Andyia ti coinvolge e ti sconvolge in mille modi diversi. In questo secondo capitolo l'amore e l'odio si incontrano, si scontrano, si fondono. La partita, in questo gioco sanguinoso, è giunta a una svolta: i giocatori hanno mostrato le carte, ma il baro è sempre in agguato. Il romanzo parte con un countdown adrenalinico che tiene alta la tensione nel lettore: ci sono molti momenti in cui si raggiunge l'estasi emotiva (sì, avete letto bene!), come, ad esempio, le scene in cui ci so La storia degli Andyia ti coinvolge e ti sconvolge in mille modi diversi. In questo secondo capitolo l'amore e l'odio si incontrano, si scontrano, si fondono. La partita, in questo gioco sanguinoso, è giunta a una svolta: i giocatori hanno mostrato le carte, ma il baro è sempre in agguato. Il romanzo parte con un countdown adrenalinico che tiene alta la tensione nel lettore: ci sono molti momenti in cui si raggiunge l'estasi emotiva (sì, avete letto bene!), come, ad esempio, le scene in cui ci sono Henri e Andrè insieme o quando viene fuori la gelosia del lamazino, ma sono i capitoli finali che portano il lettore a trattenere, letteralmente, il respiro. Quello che succede nella parte conclusiva del romanzo conduce al point break: ogni decisione presa avrà una conseguenza devastante per i nostri protagonisti. Alea iacta est... ora cosa succederà? La scrittura di Chiara parla direttamente alla tua parte oscura e ti attrae così tanto da restare intrappolato nella tela intessuta dalla sua fervida immaginazione, senza alcuna via di fuga. La sua penna magica trasporta il lettore dentro la storia e gliela fa vivere a 360 gradi. Durante la lettura sorgono mille e più domande e si elaborano congetture, ma è davvero impossibile prevedere l'evolversi della storia: questa è una peculiarità dell'autrice che amo molto. Consigliatissimo

  26. 5 out of 5

    Marina Esposto

    Anche questo secondo della serie gli Andya, ti regala rabbia, amore amato e rinnegato, non per i personaggi che lo vivono ma, per ciò che essi sono ma, per quello che rappresentano. Può un amore portare a odiare chi si ama? Cosa si aspettano gli altri da loro? Sono domande a cui una risposta al momento non ancora è data da sapere se non continuare a seguire la storia. Una lettura che ti lascia l'amaro in bocca tra tante congetture che l' autrice semina nell' animo del lettore, lo anima e lo annie Anche questo secondo della serie gli Andya, ti regala rabbia, amore amato e rinnegato, non per i personaggi che lo vivono ma, per ciò che essi sono ma, per quello che rappresentano. Può un amore portare a odiare chi si ama? Cosa si aspettano gli altri da loro? Sono domande a cui una risposta al momento non ancora è data da sapere se non continuare a seguire la storia. Una lettura che ti lascia l'amaro in bocca tra tante congetture che l' autrice semina nell' animo del lettore, lo anima e lo annienta un po come i suoi personaggi ma, da speranza con la sua fluidità di scrittura che cattura in una trama e un ordido, che travolge. consiglio la lettura

  27. 4 out of 5

    Laura Pellegrini

    Arrivati al quinto romanzo della saga, ti chiedi cosa di questa storia possa ancora stupirti e come l'autrice possa riuscire a farti rimanere ancora incollata alle pagine da lei scritte. Eppure Chiara non solo stupisce con questo romanzo, ma inchioda gli occhi del lettore su ogni singola lettera. Letto, divorato, amato, questo romanzo, a mio giudizio, è senza dubbio uno tra i migliori della saga. Un mix tra erotismo e morte, sesso e violenza, amore e odio che incanta. Bellissimo senza alcun dubb Arrivati al quinto romanzo della saga, ti chiedi cosa di questa storia possa ancora stupirti e come l'autrice possa riuscire a farti rimanere ancora incollata alle pagine da lei scritte. Eppure Chiara non solo stupisce con questo romanzo, ma inchioda gli occhi del lettore su ogni singola lettera. Letto, divorato, amato, questo romanzo, a mio giudizio, è senza dubbio uno tra i migliori della saga. Un mix tra erotismo e morte, sesso e violenza, amore e odio che incanta. Bellissimo senza alcun dubbio, da leggere senza alcun dubbio. Sarò di parte ma come Chiara scrive le sue storie, ce ne sono poche, pochissime. Complimenti.

  28. 5 out of 5

    Charlotte Lays

    I secondi capitoli sono quelli in cui Chiara riesce a tenere sul filo del rasoio. Più che congetture, gli Andya sono pervaso da sentimenti fortissimi. Sentimenti che sono in netto contrasto tra di loro. Amore e odio allo stato puro. Attendo con ancora più ansia l'epilogo della loro storia e mi preparo psicologicamente 😜 Grazie, Chiara, nonostante i temi forti e gli amori perversi e malati di cui narri, riesci a rapire e a far empatizzare i lettori. BRAVA ❤❤❤❤ I secondi capitoli sono quelli in cui Chiara riesce a tenere sul filo del rasoio. Più che congetture, gli Andya sono pervaso da sentimenti fortissimi. Sentimenti che sono in netto contrasto tra di loro. Amore e odio allo stato puro. Attendo con ancora più ansia l'epilogo della loro storia e mi preparo psicologicamente 😜 Grazie, Chiara, nonostante i temi forti e gli amori perversi e malati di cui narri, riesci a rapire e a far empatizzare i lettori. BRAVA ❤️❤️❤️❤️

  29. 4 out of 5

    Cecilia K.

    Come posso definire 'Per combatterti'? Intenso,adrenalinico,coinvolgente e...troppo corto! Il fatto è che quando leggi un libro scritto bene e dalla trama così interessante,il tempo vola e ti ritrovi a finirlo in piena notte e a volerne ancora. Volevo fare mattina leggendo il tormento di Andrè e di Nadyia! E quel malessere costante nasconde qualcosa? Ah non mi aspetterei mica un happy ending ma un altro affondo di pugnale nel nostro cuore. In perfetto stile Cilli. Magistralmente sadica.

  30. 5 out of 5

    Nali's Shelter

    Recensione anche sul blog: https://nalisshelter.blogspot.com/ Voto: 4 stelle Sulle note di Heart by Heart di Demi Lovato sto per scrivere una delle recensioni più difficili dell'ultimo periodo. Ho aspettato due giorni dopo aver terminato il romanzo per iniziare a scriverla, nonostante avessi già tutto pronto, perchè è difficile esprimere quello che questo secondo romanzo della trilogia di Andrè mi ha trasmesso. Ancora una volta Chiara ci ha regalato una storia magnifica, struggente e piena di soffe Recensione anche sul blog: https://nalisshelter.blogspot.com/ Voto: 4 stelle Sulle note di Heart by Heart di Demi Lovato sto per scrivere una delle recensioni più difficili dell'ultimo periodo. Ho aspettato due giorni dopo aver terminato il romanzo per iniziare a scriverla, nonostante avessi già tutto pronto, perchè è difficile esprimere quello che questo secondo romanzo della trilogia di Andrè mi ha trasmesso. Ancora una volta Chiara ci ha regalato una storia magnifica, struggente e piena di sofferenza e io non so veramente cosa aspettarmi dall'ultimo volume, o forse ho solo paura di ciò che la mia mente mi sta suggerendo succederà, perchè di teorie ne ha elaborate fin troppe. Comunque, questo romanzo è molto diverso dal primo, più doloroso, più struggente e violento, un romanzo che vi farà perdere qualsiasi speranza, un romanzo toccante che ci porta ad un passato che abbiamo già avuto il dispiacere di conoscere e che tornerà perchè i Lamaze chiedono la loro vendetta. Questo capitolo della storia si svolge in, più o meno, una settimana e ... CONTINUA A LEGGERE QUI-> https://goo.gl/CSUgfZ

Add a review

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading...
We use cookies to give you the best online experience. By using our website you agree to our use of cookies in accordance with our cookie policy.